L’APPARECCHIO ACUSTICO NON FUNZIONA ?–> guida per ripararlo in autonomia

By | 5 giugno 2015

apparecchio acustico non funzionaSe il tuo apparecchio acustico non funziona .. non spaventarti!

Se il tuo apparecchio acustico non funziona sei sicuro che sia effettivamente rotto e che abbia bisogno della sostituzione del circuito?

 

Qualche anno fa a Striscia La Notizia (o anche alle Iene) ho visto un servizio che riguardava la truffa del finto guasto.

E’ quel servizio in cui i giornalisti della trasmissione staccano un cavetto di un elettrodomestico per simulare un difetto e poi chiamano i tecnici dell’assistenza.
Creano un finto guasto e chiamano il tecnico che quando arriva è ripreso da telecamere nascoste. La maggior parte delle volte questo se ne viene fuori inventando problemi che richiedono costosi interventi.
 

In Italia le persone non si fidano

Vedendo questi servizi ti viene da pensare:
“hanno ragione a non fidarsi!”
Questi sono dati di fatto.
E’ per questo che quando il tuo apparecchio acustico non funziona quello che faccio è spiegarti come prendertene cura e risolvere il problema.
 
Te lo spiego perché voglio che tu sappia cos’e’ che faccio quando è ora della normale manutenzione. Quali sono gli interventi di base che faccio quando l’apparecchio acustico non funziona.
Potrebbe capitare che ti chiamo con me in laboratorio e ti faccio vedere cosa cambio.
Siccome ho visto che sono in molti ad apprezzarlo ho deciso di scrivere questo articolo in modo che puoi  usarlo come promemoria quando il tuo apparecchio acustico non funziona.
Quindi se utilizzi apparecchi, o li usa tuo papà, tuo nonno o qualche altro tuo caro ti suggerisco di stampare l’articolo e di tenerlo come un piccolo manuale di istruzioni pratico.
 Inizio.

A volte se il tuo apparecchio acustico non funziona potresti avere un bel po di disagi

Ti consiglio di non sconfortarti: se la tecnologia che utilizzi è di qualità, nella maggior parte dei casi è una sciocchezza.

L’apparecchio acustico è uno strumento digitale elettronico che ti permette di ritornare a vivere. Lo utilizzerai quasi tutto il giorno incurante delle situazioni in cui ti troverai. E come tutte le cose che noi utilizziamo quotidianamente è sottoposto a condizioni abbastanza difficili.

NIENTE PANICO

Il 90% delle volte la batteria è scarica

Non sto dicendo che hai messo le pile al contrario (capita, raramente, ma capita. Abbi molta cura nel posizionarla correttamente nel vano batteria: se inverti la polarità non funziona!). Più banalmente può succedere che, sovrappensiero nel sostituirla l’hai rimpiazzata con una vecchia. Il risultato è che il tuo apparecchio acustico non funziona, per questo consiglio:
  • sostituisci le batterie facendo molta attenzione di gettare via prima quelle vecchie. Evita così qualsiasi rischio di confonderti.
  • Se l’apparecchio acustico non funziona anche dopo che hai messo la pila nuova o se la pila dura molto meno del solito, potrebbe dipendere dal fatto che la maneggi troppo nella fase di inserimento. Ricorda che puoi usare il bastoncino magnetico in dotazione. La batteria infatti non dovrebbe essere toccata dalle mani in quanto abbassano la tensione della batteria. Usa il bastoncino che è all’interno di tutte le scatole degli apparecchi. Qui sotto ti spiego il GIUSTO modo di cambiarle.

I filtri paracerume sono otturati (esclusi gli AA con tubicino trasparente)

L’apparecchio è dotato di filtri che servono a far si che il cerume non lo rovini. Il cerume è molto importante per la protezione del nostro orecchio ma in alcuni casi può alterare il funzionamento dell’altoparlante dell’apparecchio (si chiama ricevitore).

Questi filtri hanno un colore bianco e molto spesso al loro interno puoi vedere una piccola griglia metallica o semplicemente bianca. Nel caso in cui abbiano un colore giallastro o ti sembri sia otturata allora hai trovato la soluzione al problema!

La sostituzione è molto semplice, guardando questo video capirai al volo come fare.

Se non hai modo di vederlo ti guido quì nella procedura: prendi la tua confezione di filtrini paracerume. Estraine uno e noterai che ha due estremità. Da una parte vedi il filtrino bianco nuovo e dall’altra parte non c’è nulla.

Usa questa estremità premendola contro il filtrino dell’apparecchio per agganciare il paracerume vecchio ed estrarlo. Usa l’altra premendo nello spazio vuoto il nuovo filtrino.

Il tubicino è otturato

Se hai un apparecchio acustico retro-auricolare con tubicino trasparente, controlla la parte che inserisci nell’orecchio . Potrebbe essere bloccata dal cerume. Per toglierlo puoi usare il classico spazzolino fornito con gli apparecchi.

Controlla che il tubicino in tutta la sua lunghezza non sia intasato da cerume o peggio acqua (condensa).

Molto spesso infatti il vapore acqueo che si forma nel nostro condotto uditivo entra nel tubicino andando ad otturare l’apparecchio.

Se c’è dell’acqua o del cerume portalo in uno dei nostri centri, ti verrà sostituito gratuitamente. Se non hai modo di farlo puoi anche staccare il tubetto con la chiocciola dall’apparecchio acustico e soffiare nel tubicino con l’accessorio apposito.

Un piccolo suggerimento: i problemi di condensa succedono soprattutto in persone che sudano molto o con sordità molto gravi (si limita la ventilazione).

E se l’apparecchio acustico non funziona anche dopo questi accorgimenti?

Se l’apparecchio acustico non funziona anche dopo questi accorgimenti prova ad accenderlo, racchiudilo in un una mano e portalo all’orecchio magari facendoti aiutare da chi ci sente meglio. Se fischia allora il problema potrebbe non dipendere da lui.
Potresti avere un accumulo di cerume nel condotto uditivo o semplicemente potresti aver bisogno di un controllo per correggere la taratura. Si sa, l’udito nel tempo può cambiare.
Contatta il tuo centro audioprotesico di fiducia ed in questi casi troverai chi sarà felice di aiutarti. Nei nostri centri l’acquisto dell’apparecchio include la possibilità di ricevere delle tarature illimitate in modo da garantirti il risultato. In altri casi ti suggerisco di chiedere il costo prima di prendere l’appuntamento per evitare brutte sorprese.
 

Che fare se l’apparecchio acustico non funziona in seguito ad un trauma accidentale (ad esempio se ti cade a terra)?

Non puoi fare altro che controllare con meticolosità che tutto sia in ordine avendo cura di raccogliere in caso di rottura tutti i pezzi. Portalo nel tuo centro audioprotesico di fiducia, spesso è sufficiente cambiare il guscio esterno.

Che fare se l’apparecchio acustico non funziona perché ti è caduto in acqua?

 Spegnilo immediatamente. Togli subito la batteria e avvolgilo in una velina di carta. Non provare ad accenderlo per vedere se funziona. Portalo il prima possibile nel tuo centro audioprotesico di fiducia dove effettueranno la pulizia del circuito con acqua distillata.
Se hai la sfortuna che accade di Domenica ed il centro è chiuso, un rimedio casalingo che puoi usare per arginare il problema c’è. Utilizza gli accessori per la deumidificazione dell’apparecchio (i sali, essiccatori oppure quegli accessori elettrici con fornetto e lampada UV).
Non ne possiedi uno? Riempi mezzo bicchiere con del riso e posiziona l’apparecchio senza batteria avvolto nella velina di carta sopra di esso. Tappalo con un piattino, questo potrebbe facilitare l’eliminazione dell’umidità e potrebbe salvargli la vita!
Se sei una persona distratta o che comunque ha una vita molto attiva ti consiglio di fare un’assicurazione Kasko per gli apparecchi acustici (solitamente si fa nei centri audioprotesici). Ha un costo iniziale ma nel caso in cui ti capita di perderlo o danneggiarlo ringrazierai il cielo di averla fatta.

Non ti basta quello che hai letto e vuoi saperne di più?

Sia sui guasti e sia sulle GIUSTE scelte da fare con gli apparecchi acustici?
Buon Ascolto e sei hai domande specifiche scrivi pure nei commenti e sarò felice di darti qualche suggerimento
Dino Spanghero
Ps. oggi ti ho elencato il 90% dei problemi che vedo giornalmente. Tutte cose risolvibili con un pò di pazienza. Non agitarti e prova a seguire queste semplici istruzioni.
PPs. se non ti basta quello che hai letto e vuoi:
  • capirne di più sul mondo degli apparecchi acustici
  • fare la scelta giusta quando devi acquistarli
  • evitare di prendere fregature sia all’acquisto che per le riparazioni
  • migliorare il problema del tuo udito il più possibile

Allora ti consiglio vivamente di leggere il libro “NON SEI SORDO, scopri come recuperare fino al 90% del tuo udito grazie al giusto apparecchio acustico (e non essere vittima di truffe)

8 thoughts on “L’APPARECCHIO ACUSTICO NON FUNZIONA ?–> guida per ripararlo in autonomia

  1. roberto

    mi è stato regalato l’apparecchio acustico amplifon di mio fratello deceduto.
    avrei piacere di poterlo tarare per le mie necessità uditive ma non trovo alcun tecnico che voglia farlo.
    c’è rimedio ? (abito nella provincia di rimini)
    grazie e cordiali saluti.
    Roberto Del Bianco

    Reply
    1. Francesco Pontoni

      Buonasera sig. Roberto,

      situazioni come la sua possono capitare, non c’è nulla di male. Da quanti tecnici è stato?

      Io non ho mai detto di no a nessuno che si è presentato da me per adattargli l’apparecchio e sono convinto che la maggior parte dei tecnici fa esattamente come me.

      Provi ancora, sono certo che un tecnico disponibile lo trova.

      Francesco Pontoni

      Reply
  2. roberto

    l’articolo mi è servito per aprire gli occhi sul mondo degli apparecchi acustici.

    Reply
  3. Luigi

    Salve volevo sapere perche l’apparecchio di mio padre appena si muove fischia

    Reply
    1. Francesco Pontoni

      Buonasera sig. luigi,

      possono esserci tanti motivi:

      1)ha un tappo di cerume che fa “rimbalzare il suono?”
      2)c’è qualche guarnizione andata?
      3)l’apparecchio viene inserito perfettamente?
      4)l’audioprotesista ha fatto un “antifeedback”?
      5)ecc ecc

      ma per restringere il campo può chiedersi:
      1)fischia da sempre?
      2)fischia da poco?

      Se fischia da sempre allora lo porti dal tecnico
      Se fischia da poco allora ci può essere del cerume o comunque un guasto all’apparecchio…andrebbe comunque portato il papà dal tecnico.

      Saluti,

      Francesco Pontoni

      Reply
  4. Marilena

    Niente si trova in questo elenco. Il tubicino si è annerito…cosa può essere… l apparecchio non funziona… e oggi e domenica vigilia di capodanno che culo

    Reply
    1. Francesco Pontoni

      Buonasera sig.ra Marilena,

      potrebbe essersi surriscaldato o (se è un cavetto elettrico) “bruciato”. In ogni caso va sostituito e immagino non ne abbia uno di scorta. Dovrebbe andare dal suo audioprotesista di fiducia.

      Saluti,

      Pontoni Francesco

      Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *