7 ragioni per cui farsi controllare l’udito da un audioprotesista   

di | 25 Agosto 2022

controllare l'udito

Quando si tratta di farsi controllare l’udito, anche farlo in un centro acustico può svelare un calo su cui intervenire il prima possibile. 

I problemi di udito sono più diffusi di quanto non si creda indipendentemente dall’età. Infatti, il 12,1% degli italiani ha problemi di udito. Questa percentuale equivale a circa 7 milioni di persone. Ma solo il 29,5% di questi utilizza, di fatto, gli apparecchi acustici. Un aspetto che in molti sottovalutano, è la complessità che la perdita uditiva ha, in quanto è legata a deficit cognitivi, come demenza senile e Alzheimer. 

Ci sono molti studi che indagano i cambiamenti che prendono luogo nel cervello, a seguito di una ridotta stimolazione sonora (e quindi sensoriale) causata dalla perdita uditiva. Queste ricerche hanno messo in luce l’importanza della prevenzione e della conservazione del proprio udito, attraverso una tempestiva riabilitazione acustica. Ecco perché è fondamentale, non appena si avverte anche un leggero calo dell’udito, recarsi nel minor tempo possibile da uno specialista.

Controllare l’udito: come ti può aiutare il tecnico audioprotesista 

Il tecnico audioprotesista è un professionista specializzato nella cura dell’udito. È in grado di rilevare un problema di udito e gestirlo, attraverso un percorso di riabilitazione acustica con gli apparecchi acustici. I problemi di udito più comuni che gestisce includono:

  • Perdita dell’udito
  • Capogiri ed equilibrio
  • Screening e test dell’udito
  • Acufene
  • Prevenzione della perdita dell’udito
  • Raccomandazioni per apparecchi acustici e altre tecnologie di assistenza

Nei seguenti punti ho riassunto 7 ragioni per cui è fondamentale richiedere l’aiuto di un audioprotesista, per risolvere il proprio problema di udito.

  1. Controlla la tua salute dell’udito

Un tecnico audioprotesista può contribuire a mantenere le tue orecchie e l’udito sani. Come? Testando la tua capacità uditiva, attraverso vari test dell’udito (audiometria tonale, vocale e per via ossea). 

I test valutano il funzionamento dell’orecchio e la sua capacità di udire diverse frequenze sonore. Dai risultati, possiamo determinare se hai un problema di udito o meno. Inoltre, grazie a questi test è possibile individuare anche la presenza di un’infezione dell’orecchio o un tappo di cerume. In questo caso, ti inviteremo a rivolgerti ad uno specialista, l’otorinolaringoiatra, per farti controllare l’udito atraverso un esame più approfondito e per rimuovere il cerume in eccesso. 

  1. Ha competenze nella cura dell’udito

Molte persone si rivolgono ad un medico di base quando hanno problemi di udito. Anche se i medici di base sono preparati sulla salute generale, mancano di preparazione per quanto riguarda la perdita uditiva. Purtroppo capita che l’udito venga trattato con troppa superficialità, quando bisognerebbe, invece, agire tempestivamente. E non aspettare 8 anni, come fa la media delle persone in Italia, prima di indossare gli apparecchi acustici. Per questo ti consiglio di prendere un appuntamento direttamente con un tecnico audioprotesista, se sei preoccupato per la salute del tuo udito (o quello di un tuo caro).

  1. Può consigliarti un piano di trattamento per il tuo udito

Come tecnici audioprotesisti possiamo, come detto in precedenza, individuare anomalie nella salute delle tue orecchie. E perciò indirizzarti ad uno specialista per un trattamento più specifico. Il nostro compito invece sarà quello di individuare il tipo di perdita uditiva, capire le tue esigenze di vita. Così da consigliarti gli apparecchi acustici migliori per te. Inoltre, l’audioprotesista può consigliarti il percorso più adatto (con gli apparecchi acustici) per affrontare l’acufene o consigliarti un altro specialista (come menzionato in precedenza).

  1. Ti aiuta a scegliere gli apparecchi acustici più adatti per te 

Può capitare di ricevere alcune pubblicità di apparecchi acustici (magari quelli interni) e pensare che siano tutti uguali, scelto uno andrà sicuramente bene per te. Sbagliato. Non è in base a queste pubblicità o al prezzo che si deve basare la tua scelta. Gli apparecchi acustici, infatti, vanno scelti prima di tutto in base al tipo di perdita uditiva. Poi bisogna aggiungere le altre variabili: il tuo stile di vita, le tue preferenze di ascolto, la conformità delle tue orecchie, la propensione del tuo orecchio a produrre cerume e ultimo, ma davvero importante, gli anni che hai aspettato prima di decidere di visitare un centro acustico. 

Quest’ultima variabile andrà ad influenzare in modo significativo il risultato finale e la tua soddisfazione di ascolto e comprensione dei discorsi.

  1. Ti accompagna lungo un percorso di riabilitazione acustica personalizzata 

Immagina di recarti in uno dei nostri centri acustici, per un regolare controllo dell’udito. Uno dei miei colleghi audioprotesisti eseguirà una batteria di test dell’udito, per valutare il tipo e il livello di perdita uditiva. Se dai test risulterà che hai bisogno degli apparecchi acustici, ti spiegherà e ti consiglierà il miglior dispositivo per te. Una volta scelti ed indossati gli apparecchi, comincia il percorso. Proprio così. E da qui che continua il nostro lavoro. Quello di accompagnarti, un po’ come un coach dell’udito, ad usare ed adattare gli apparecchi acustici a te. Come tutte le riabilitazioni, avrai bisogno di tempo per adattarti. Per questo i controlli durante i primi mesi di utilizzo degli apparecchi saranno più frequenti e regolari. Così ti potrai godere la tua nuova vita con gli apparecchi acustici. Noi di Pontoni – Udito & Tecnologia abbiamo sviluppato il nostro percorso di riabilitazione acustica Clarivox®, per seguirti passo dopo passo verso il tuo udito ritrovato. 

  1. Diventa il tuo compagno di salute dell’udito per la vita

Invecchiando e cambiando abitudini di vita, anche il tuo udito si modifica nel tempo. Per esempio, l’esposizione a rumori forti influisce sul tuo udito. Ecco perché il percorso di riabilitazione acustica non si ferma dopo la consegna degli apparecchi acustici. Ma saremo con te e a tuo supporto lungo tutto il cammino. Abbiamo molti pazienti che hanno scelto di affrontare questo percorso con noi sin da giovani, ed è come se facessero parte della nostra famiglia. Diciamo che in questo caso, siamo come dei dentisti, che vedi quelle tre/quattro volte l’anno, per mantenere in salute il tuo sorriso. 

  1. Ti aiuta a migliorare la qualità della tua vita

L’obiettivo di noi tecnici audioprotesisti è quello di migliorare il tuo udito e di conseguenza la qualità della tua vita. Un udito sano e reattivo, ti permette di goderti i suoni di tutti i giorni, comunicare in modo efficace con gli altri e ridurre al minimo i malintesi. Inoltre, il miglioramento dell’udito consente di godersi la vita al massimo senza frustrazione, isolamento e rischi per la tua salute e incolumità. Un udito reattivo è fondamentale per andare in bicicletta, guidare l’auto e passeggiare per centri trafficati. 

Per questo ti consiglio di controllare il tuo udito con la stessa frequenza con cui visiti il tuo medico o il tuo dentista. Visitando uno dei nostri centri acustici, potrai risolvere i tuoi problemi di udito e migliorare il tuo stile di vita. Contattaci per fare il primo passo per migliorare il tuo udito.

A presto!

Dott. Audioprotesista Francesco Pontoni

Responsabile R&S Clarivox – Il primo metodo in Italia che sintonizza il tuo udito con i giusti apparecchi acustici

P.S. Se non sai qual è il prezzo degli apparecchi acustici ti consiglio di scaricare la nostra GUIDA AL PREZZO

P.P.S. Iscriviti al nostro gruppo Facebook NON SEI SORDO! Gli apparecchi acustici non bastano – è qui che potrai pubblicare le tue domande ed esperienze a cui risponderò personalmente

Seguici su Facebook | YouTube | Instagram

Ascolta il Podcast

Scarica la nostra APP per iPhone | Android

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.