Apparecchi acustici online : (s)vantaggi di questa nuova moda

di | 22 Luglio 2016

Perché ti parlo di apparecchi acustici online?

Come sai bene e come ti ho detto spesso a casa mia si mangia pane e apparecchi acustici.

Tutta la mia famiglia vive in questo ambiente da anni e sempre più persone mi scrivono su facebook o sui forum.

Lo fanno per chiarirsi le idee di questo settore così complicato e tra le varie domande mi sono accorto che ultimamente ce n’è una più frequente di altre:

Posso comprare gli apparecchi acustici online ?

Volevo quindi fare alcune riflessioni con te, partendo dal fatto che SI, ovviamente puoi comprarli e per certi versi puoi anche risparmiare.

Ma cosa mi ha spinto realmente a scrivere questo articolo non sono tanto le domande dei pazienti quanto il fatto che vedo sempre più colleghi che passano “al lato oscuro”.

Si, non voglio farla tragica ma il 99% degli audioprotesisti denigra questo modo di lavorare “mordi e fuggi”.

Sono anni e anni che cerchiamo di essere dei professionisti in ambito sanitario. Quello che sta capitando in questi mesi è che sempre più “professionisti” dopo anni di critiche si sono messi a vendere gli apparecchi acustici online (su internet).

Per certi versi è comprensibile.

Non sto scrivendo con l’idea di criticarli ma più che altro per farti capire il clima generale nel settore.

Te la dico in tutta onestà, vendere gli apparecchi acustici online (da un centro punto di vista) è una figata.

Vantaggi per chi vende gli apparecchi acustici online

  • BASTA contatto con le persone
  • BASTA seccature con tutte le persone insoddisfatte
  • BASTA con chi non paga o chiede perennemente sconti
  • BASTA con le riparazioni frequenti
  • BASTA con tutti i problemi di adattamento
  • BASTA a tutti i corsi di aggiornamento
  • BASTA a tutte quelle ore di controlli su controlli
  • BASTA a tutti quegli esami continui ai pazienti per poter migliorare la loro situazione
  • BASTA a tutte quelle responsabilità che ha un’audioprotesista
  • BASTA a tutte le prese d’impronta
  • BASTA BASTA BASTA a infinite rotture di scatole

e non è finita, c’è anche il vantaggio di stare in spiaggia mentre le persone comprano gli apparecchi dal sito. Hanno un puro guadagno senza nessun costo, geniale! (sono ironico ovviamente)

E quando arrivano decine di lamentele? Bé, con qualche mail tranquilla e pacata si riesce a gestire il tutto.

Ma se ne arrivano centinaia/migliaia? Ancora più semplice, spendi 100 Euro e cambi il nome del sito!

Facile, geniale, semplice…(sono nuovamente ironico..)

…l’unico problema è che guadagni alle spalle della gente, senza dare un reale risultato.

Vantaggi per chi compra gli apparecchi acustici online

Qui posso solo limitarmi al:

  • apparente risparmio economico

Svantaggi per chi compra gli apparecchi acustici online

Non voglio parlarti dell’apparecchio acustico in sé che viene venduto..

..per quello basta vedere sui principali siti di apparecchi acustici online per capire che vengono venduti apparecchi “datati”, vecchi.

Non serve che mi credi sulla parola, prendi il nome dell’apparecchio e vai a vederlo nel sito del costruttore, puoi capire subito di cosa sto parlando.

“Però danno una garanzia soddisfatto o rimborsato”

Certo, in certi siti c’è anche questa garanzia ma mentre parlare con una persona fisica è abbastanza semplice, lamentarsi con un centralino o via mail è decisamente più difficile…

guarda qui sotto per capire di cosa sto parlando..apparecchi acustici online2

In questo caso addirittura c’è stata la beffa delle beffe.

Oltre ad aver preso 2 amplificatori invece di due apparecchi acustici con una semplice scusa non sono neanche riusciti a ritornarli.

Per quanto tempo andranno avanti per vie legali ?

Ma quello che voglio dirti è che nella maggior parte delle situazioni  è fondamentale il rapporto con l’audioprotesista.

Mi spingo addirittura nel dire che l’audioprotesista è la chiave, è il collegamento tra l’apparecchio acustico e te.

Se questa figura non c’è allora NON può andare bene già in partenza tutto l’adattamento protesico.

Cosa deve fare il tuo audioprotesista?

  • L’audioprotesista (AP) deve svolgere un’anamnesi che è tutta un’altra cosa di quella che fa il medico otorino. L’AP non puó capire chi sei concentrandosi solo sulle tue orecchie. Deve capirti in tutta la tua complessità come persona
  • L’AP non può limitarsi agli esami che hai fatto da un cellulare o in ospedale (che ovviamente hanno fini più audiologici che protesici). Sappiamo bene che con lo stesso identico esame audiometrico 2 persone possono essere seguite in modalità totalmente opposte. Ogni persona è a sé e la quantità di suono che arriva alle tue orecchie è solo una delle tante informazioni che servono.
  • L’AP deve essere in grado di spiegare a te e alla tua cerchia famigliare (sembra di no ma è fondamentale) la tua situazione, le aspettative e i reali risultati nel breve e medio termine.
  • L’AP deve essere in grado di scegliere l’apparecchio che più soddisfa le tue esigenze. Deve considerare la tua accettazione  psicologica, il fattore estetico, il beneficio  nella comprensione delle parole, l’equilibrio, la durata, la praticità e per ultimo ma non meno importante il tuo budget. Questa scelta non viene fatta davanti ad un semplice esame audiometrico.
  • L’AP deve seguirti nella fase iniziale che è quella più intensa a livello tecnico ed emozionale, spesso complessa, piena di dubbi, paure e domande
  • L’AP deve seguirti nel medio termine in quanto il tuo udito e la plasticità cerebrale inerente ad esso sono in continuo movimento e con continuità devono altresì essere fatti gli opportuni controlli e modifiche
  • L’AP deve essere sempre a tua disposizione per risolvere i tanti “incidenti di percorso” che capitano continuamente a chi come te utilizza con costanza gli apparecchi acustici
  • L’AP deve essere continuamente aggiornato su ogni tecnica, prodotto, esame che abbia la possibilità di darti un reale beneficio

Potresti essere più “furbo” di così e fare come il mio amico Andrea?

Andrea quando deve comprare delle scarpe va nel negozio che più gli interessa, prova vari modelli, colori, taglie e poi va a ad acquistarle su internet.

Questa cosa si può fare ma anch’essa per mia esperienza ha tanti lati negativi.

In tanti anni mi sono capitate due persone che hanno fatto così.

Da un momento all’altro si sono ritrovate per le mani degli apparecchi che però non erano minimamente regolati per la loro situazione.

Si sono ritrovati a pagare per ogni seduta di adattamento! Così facendo non riuscivamo a fare un percorso normale come con tutti quanti perché la spesa stava diventando molto importante.

Qual’è la morale di questa storia?

La persona non è mai stata pienamente soddisfatta. Dopo due anni di nervosismi, stress e spese si è trovata costretta a dover riaffrontare la spesa per iniziare un normale percorso.

Se non vuoi fare come loro vai dal tuo audioprotesista di fiducia, non affidarti al primo sito di apparecchi acustici online.

 

Se non sai come fare leggi intanto il libro NON SEI SORDO!. E’ una specie di manuale dove, capitolo per capitolo, puoi trovare le risposte che stai cercando.

Buon Ascolto

Francesco Pontoni

______________

Responsabile della formazione di Pontoni – Udito & Tecnologia

 

Ps. Sai di avere un problema di udito e non sai ancora come muoverti? Puoi leggere gli altri articoli del blog dove cerco di dare un sacco di informazioni utili o puoi leggere il libro NON SEI SORDO! Scopri come recuperare fino al 90% del tuo udito con il giusto apparecchio acustico (ed evitare fregature)

 

8 pensieri su “Apparecchi acustici online : (s)vantaggi di questa nuova moda

    1. Francesco Pontoni Autore articolo

      Buongiorno.

      Non è logico ma è assolutamente possibile.

      Bisognerebbe capire la sua storia acustica per cercarne la causa.

      Francesco

      Rispondi
  1. nicola

    vorrei sapere se avete una succursale a genova o eventualmente conoscete qualcuno di vostra fiducia a cui rivolgermi.grazie

    Rispondi
    1. Francesco Pontoni Autore articolo

      Buonasera Sig. Nicola,

      purtroppo no, non abbiamo succursali in zona Genova e non ho contatti diretti di cui potermi fidare.

      Sarò lieto comunque di darle qualche consiglio quando dovrà prendere delle decisioni.

      Buone feste

      Francesco Pontoni

      Rispondi
  2. Francesco Pontoni Autore articolo

    Buongiorno sig.ra Silvia,

    no, non vogliamo assolutamente vendere apparecchi online, seppure sia possibile.

    Glielo dico perché rischierebbe di buttare via soldi. Come minimo è richiesta una visita approfondita nei nostri studi.

    Saluti,

    Francesco Pontoni

    Rispondi
  3. Gabriele

    Buon giorno, dopo aver provato più apparecchi acustici 3 phonak 1 simens un resaund .
    Tanto per vedere che differenza c’era sia a livello economico che di resa sapendo di aver bisogno di questi apparecchi assai costosi partiamo dai peggiori 4500 €,e i migliori 7000.
    Mi sono imbattuto su un sito inglese e trovo i stessi apparecchi a meno di metà della cifra .
    Cosa farebbe lei?
    Se lo prenderebbe volentieri questa fregata?
    Capisco dovrei trovare chi me li regolerebbe e qui sta il problema….
    Ma mi sembra che la tanta professione di tanti bravi audioproteisti sia una grande fregatura ai dammi di povera gente che a questo punto non ha il diritto ad una sanità.
    Ho ancora da acquistare ma non posso permettermi di regalare migliaia di € a centri che crescono come 🍄 devo dire la verità ho trovato due audioproteisti davvero bravi ( ma sono dipendenti)e non ti possono regolare protesi altrui.
    Ultima domanda ma secondo lei le protesi comperate in Inghilterra a parità di modello sono uguali?
    O c’è solo l’involucro uguale?
    Grazie mille e buona giornata

    Rispondi
    1. Francesco Pontoni Autore articolo

      Buongiorno sig. Gabriele,

      capisco le sue paure e preoccupazioni.

      Non voglio discutere in merito al prezzo che non mi compete, cercherò però di risponderle alle ultime domande.

      1)Personalmente consiglio sempre di scegliere un bravo audioprotesista. Meglio spendere “poco” ma essere seguiti a dovere. Solo provando gli apparecchi ci si rende conto di quanto sia importante avere un buon rapporto di fiducia reciproca con il tecnico.
      2)Se gli apparecchi sono uguali onestamente non lo so. Si sentono tante cose in giro a riguardo e non saprei esprimermi..di sicuro se c’è un problema lei sa bene che è più facile parlarne con una persona faccia a faccia piuttosto che con un centralino o peggio, via mail. Non voglio difendere la categoria sia chiaro..ma vedo ogni giorno tantissime persone e anche chi ha preso queste decisioni “su internet” poi si è ritrovato a spendere altrettanto per mille motivi. Chieda pure a chi ha gli apparecchi e capirà subito che non è come prendere degli occhiali

      Saluti,

      dott. Francesco Pontoni

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.