Come stanno reagendo le tue orecchie alla Primavera?

By | 17 maggio 2018

L’Inverno è già passato da un pezzo ed una domanda che faccio spesso ai miei pazienti in questo periodo dell’anno è: “come stanno reagendo le tue orecchie alla Primavera?

Può sembrare una stagione come le altre ma devi sapere che è una stagione un po’ “pazzerella”. Sole, pioggia, caldo, freddo. C’è di tutto e ci sono forti sbalzi di temperatura irregolari per non parlare di tutte le allergie stagionali presenti in questo periodo dell’anno.

Tutto ciò può alterare pesantemente le tue orecchie ed il tuo udito.

L’orecchio interno è pieno di fluido e quel fluido è estremamente sensibile alle improvvise variazioni della pressione barometrica che si verificano appunto in Primavera. Questo è il primo motivo per cui chiedo: “come stanno reagendo le tue orecchie alla Primavera?

come reagiscono le tue orecchie alla primavera

Quando la pressione barometrica scende rapidamente, significa che la pressione al di fuori delle orecchie si abbassa prima che la pressione all’interno delle orecchie possa acclimatarsi. Il risultato è uno squilibrio di pressione, che può causare una sensazione di pienezza o scoppiettio nelle orecchie.

Non parliamo poi delle allergie stagionali. Incrementano il problema causando un restringimento della tromba di Eustachio, rendendo ancora più difficile il ripristino della pressione.

Chi ha la malattia di Meniere, in particolare, può soffrire molto durante i cambiamenti del tempo primaverile. Normalmente i fluidi nell’orecchio interno circolano; i problemi si verificano quando la sovrapproduzione di fluido che caratterizza la malattia di Meniere si verifica effettivamente sotto l’aumento della pressione e fa gonfiare le camere endolinfatiche. Il risultato è di un forte disagio insieme ad altri sintomi spiacevoli come l’acufene e le vertigini.

Come stanno reagendo le tue orecchie alla Primavera – Allergie stagionali e perdita dell’udito

Le allergie sono un altro accompagnamento indesiderato alla Primavera. Mentre la maggior parte pensa alle allergie come ai starnuti, è importante ricordare che le orecchie sono connesse al naso e alla gola.

Le persone danno per scontato che le allergie causino starnuti nel naso e prurito agli occhi, ma sembrano sorprese di apprendere che influenzano inevitabilmente le loro orecchie. Il clima caldo e umido della Primavera fa sì che gli alberi producano più polline.

Per coloro che sono allergici, il sistema immunitario reagisce producendo anticorpi. Questi anticorpi rilasciano una sostanza che porta ad un aumento della produzione di muco. Purtroppo le allergie causano anche gonfiore delle trombe di Eustachio, il che significa che non si aprono come dovrebbero. Questo fa sì che le trombe di Eustachio si intasino con il liquido in eccesso e il risultato è una sensazione di pienezza e pressione nelle orecchie che può influenzare negativamente l’udito.

Cosa puoi fare se non reagiscono bene le tue orecchie alla Primavera?

Prima di tutto devi parlarne con il tuo dottore.  Gli antistaminici giusti potrebbero anche aiutare ad alleviare il problema del liquido in eccesso.

Altri rimedi che possono ridurre l’accumulo di liquidi includono l’esercizio fisico, un’alimentazione a basso contenuto di sodio o il consumo di frutta e verdura che agiscono da diuretici. Uva, anguria, sedano, peperoni e asparagi offrono tutti benefici per la salute che includono la riduzione della ritenzione di liquidi.

Se invece la pressione dell’orecchio medio continua potrebbe causare una perdita permanente dell’udito.

Se si verificano cambiamenti nell’udito, assicurati di consultare subito il tuo medico o un dottore otorinolaringoiatra per assicurarti che il problema non sia qualcosa di più serio.

L’accumulo di liquidi in eccesso a causa di allergie, cambiamenti di pressione barometrica o condizioni dell’orecchio interno può non solo causare una sensazione di pienezza o pressione, ma può anche causare la perdita dell’udito di tipo trasmissivo. Un altro rischio di eccessivo accumulo di liquidi quando le trombe di Eustachio non funzionano correttamente sono le infezioni alle orecchie. L’aumento del fluido fornisce un ambiente ideale per far prosperare i batteri.

batteri e orecchie alla Primavera

 

La Primavera porta anche sfide per chi ha un apparecchio acustico

Te lo dico poiché l’aumento degli allergeni e del tempo piovoso richiede di prestare ancora maggior attenzione alla manutenzione degli apparecchi acustici. Ad esempio, un aumento degli allergeni può ostruire i microfoni.

Prima di tutto devi sapere che tipo di apparecchio acustico hai.

Poi devi passare alla pulizia vera e propria. Nel caso di un apparecchio CIC dovrai intervenire in questo modo:

Se invece hai un apparecchio acustico RITE devi fare così:

In caso di un apparecchio acustico BTE:

Te lo dico perché la pulizia, soprattutto in questi periodi, è fondamentale.

Infatti insieme agli allergeni, la primavera è accompagnata da calore, umidità, pioggia e variazioni estreme di temperatura.

L’umidità è il nemico degli apparecchi acustici, poiché può accumularsi nel tubo, danneggiare il microfono e il ricevitore e causare elettricità statica. Inoltre, il tempo caldo significa più accumulo di cerume, che può ostruire le aperture del suono. Per assicurarti che gli apparecchi acustici funzionino correttamente quando il tempo cambia, assicurati di indossare un cappello o di usare un ombrello quando esci sotto la pioggia.

Avrai anche bisogno di asciugare i capelli e le orecchie accuratamente dopo la doccia prima di mettere gli apparecchi acustici.

Infine, oltre alla normale pulizia, utilizza un deumidificatore per apparecchi acustici durante la notte o in qualsiasi momento in cui gli apparecchi acustici sono esposti a umidità in eccesso. Se non sai come funziona puoi guardare questo video qui sotto:

Ti sembra che non stanno reagendo bene le tue orecchie alla Primavera e la perdita dell’udito stia peggiorando? Consulta un medico!

Se invece sai già di avere una ipoacusia e vuoi risolverla nel migliore dei modi nei nostri centri allora chiama subito il numero 848-390019 per fissare un appuntamento in uno dei nostri centri.

A presto,

Francesco Pontoni

Autore del libro NON SEI SORDO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.