Da chi NON prendere gli apparecchi acustici, il curioso caso di Massa

di | 10 Marzo 2017

Ci potrebbero essere mille fattori per capire da chi NON prendere gli apparecchi acustici. Perché se non sai dove prenderli almeno potresti andare ad esclusione.

E’ infatti importante per te considerare:

  • la struttura
  • gli apparecchi acustici
  • il tecnico audioprotesista che ti segue
  • le tue esigenze ed aspettative
  • il tuo budget

Ma ci sono anche altri fattori per capire da chi NON prendere gli apparecchi acustici?

Oggi, curiosando sul web, ho capito che sì, esistono anche altri “dettagli” da prendere in esame.

Ti posto direttamente il link dell’articolo:

http://iltirreno.gelocal.it/massa/cronaca/2017/03/08/news/ceduti-i-miei-dati-per-la-visita-all-asl-1.14999993

Qui sotto invece l’articolo per intero.

MASSA. Anticipare i desideri del cliente. Un mantra da pubblicitari. O forse nuova angosciante realtà che se ne infischia delle protezioni a difesa della nostra privacy. La cronaca odierna non risolve le incertezze, ma inocula germi del dubbio.

La signora Martina Zanza qualche giorno fa ha prenotato all’Asl una visita dall’otorino per il padre ottantenne. Qualche giorno dopo i genitori hanno ricevuto sul telefono di casa la cortese telefonata di un’azienda che vende apparecchi acustici, per una “visita” gratuita a domicilio corredata di illustrazione di ampio campionario di prodotti.

Alla telefonata rispose il padre che, a causa dell’età avanzata, non capisce esattamente di cosa si tratti. All’inizio pensa che sia l’Asl, vista la prenotazione, a offrire una visita domiciliare. «A mio padre l’operatrice ha dato ad intendere di sapere che aveva una visita all’Asl con un otorino – spiega la signora Zanza – e ha fissato una visita per il giorno dopo. Mi ha stupito , senza trascurare che il numero di telefono che hanno chiamato, quello di casa dei miei, è intestato a me e non a loro. E non compare sull’elenco. Come hanno fatto a rintracciarci?».

E proprio il fatto che non figura il padre come intestatario di quella linea rafforza nella signora l’idea che qualcosa non torni. Non può trattarsi della routinaria telefonata di chi vende protesi acustica a numeri di anziani a caso. Lei, di sicuro, non rientra in quella fascia di clienti profilati sul largo, ma arguto, indice dell’età.

«A me questa vicenda dà l’impressione che i nostri dati sensibili siano possibile oggetto di scambio e mi piacerebbe avere delucidazioni in merito». Così Zanza si mette davanti allo schermo e informa l’Asl dell’accaduto.

Le risponde il direttore di Otorinolaringoiatria Luca Muscatello, mostrandosi preoccupato: «Quanto riferisce – scrive il direttore – è assolutamente grave. La Asl non deve fornire a chicchessia nominativi o indirizzi di pazienti. Avviene spesso che aziende che vendono apparecchi acustici contattino pazienti anziani per fare dei tentativi di vendita e questo non è affar mio. Se il venditore

è stato “avvisato” da qualche dipendente Asl, l’episodio è certamente da denunciare alle autorità competenti». E invita la signora a un incontro.

Ora serve chiarezza e che l’Asl proceda ai dovuti controlli in modo da spazzare via i dubbi e riportare certezza. Caso o scorrettezza?

Da chi non prendere gli apparecchi acustici quindi?

Bè, in questi casi non sei TU che scegli, ma loro che arrivano da te..

Oltre a mille discorsi sull’etica che potremmo fare, voglio semplicemente farti capire che sei tu, con la tua intelligenza e consapevolezza, a decidere a chi affidare il tuo udito.

Purtroppo queste storie si sentono spesso, non sono un caso isolato. Se capita anche a te, pensa e valuta prima di acquistare perché in questi casi il tuo udito è affidato al caso.

Potrebbe andare bene o meno. Non ho la facoltà o le conoscenze per “giudicare” le competenze dei tecnici audioprotesisti però dovresti essere te a valutarle.

Capita la differenza?

Ricordo bene che qualche anno fa mia nonna Maria, dopo esser stata dall’ortopedico, si è ritrovata il tecnico con le stampelle a casa.

Non so dirti se le stampelle sono tutte uguali ma lei ne è rimasta più che soddisfatta. Per il tuo udito potrebbe essere sufficiente o meno, potrebbe andare bene o potresti aver bisogno di più.

Cosa puoi fare allora?

Non ho la bacchetta magica per risolvere tutti i problemi del mondo, ma se volessi qualche suggerimento basato sulla mia esperienza personale puoi scrivermi a [email protected]

Buon ascolto

Francesco Pontoni

P.S. Se non sai qual è il prezzo degli apparecchi acustici ti consiglio di scaricare la nostra GUIDA AL PREZZO

P.P.S. Iscriviti al nostro gruppo Facebook NON SEI SORDO! Gli apparecchi acustici non bastano – è qui che potrai pubblicare le tue domande ed esperienze a cui risponderò personalmente

Seguici su Facebook | YouTube | Instagram

Ascolta il Podcast

Scarica la nostra APP per iPhone | Android

Leggi il libro NON SEI SORDO!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.