Dieta e sordità: tutti gli alimenti che fanno bene al tuo udito

di | 16 Ottobre 2020

Nello scorso articolo ho parlato di come prevenire la sordità e dei rischi ai quali il nostro udito è continuamente esposto, come rumori forti, musica in cuffia a tutto volume. E di come anche le generazioni più giovani siano a rischio. Se hai piacere di leggerlo lo trovi a questo link.

Oggi invece ti parlerò di come dieta e sordità sono connesse. Perché non è solo la vita rumorosa e frenetica a mettere alla prova il nostro udito, ma anche quello che ci ritroviamo nel piatto ogni giorno. 

Una nutrizione corretta è fondamentale per la nostra salute globale, ma diamo per scontato o non ci rendiamo conto di come sia connessa con il nostro udito. 

Partiamo subito però dal fatto che un alimento in particolare che faccia sparire i problemi di udito non esiste. E allo stesso tempo è anche vero che la nostra dieta non può farci tornare a sentire bene come prima. Tuttavia diverse ricerche suggeriscono che alcuni piani alimentari possano diminuire (o anche aumentare) il rischio di sviluppare un problema di udito o sordità. 

dieta e sordità

Secondo uno studio condotto presso la Harvard Medical School, il piano alimentare più consigliato per supportare il nostro udito, è la nostra cara e famosa “dieta mediterranea”, che ormai si conferma la migliore per mantenere uno stile di vita sano. 

La ricerca ha fatto luce su alcuni nutrienti fondamentali di questa dieta per ridurre il rischio di sviluppare un calo di udito. Una dieta quindi ricca di frutta e verdura che contiene un mix di minerali come acido folico, potassio e zinco.

Non è tanto importante la quantità, ma la qualità del prodotto e l’assunzione di tutte queste sostanze in maniera regolare. 

Dieta e sordità: i benefici dei nutrienti della dieta mediterranea sul nostro udito

I nutrienti che supportano il tuo sistema uditivo in modo positivo si trovano nella frutta e verdura che abbiamo a portata di mano: 

Potassio: supporta le funzioni dell’orecchio interno che converte i suoni in messaggi che verranno poi interpretati dal nostro cervello. L’assunzione regolare di potassio ti aiuta a mantenere il tuo livello di ascolto. Gli alimenti ricchi di potassio sono: banane, patate, spinaci, fagioli, uva secca, arance, albicocche, melone, pomodori, yogurt e latte.

Zinco e magnesio: È un valido supporto per supportare il sistema immunitario e contrasta le infezioni che affliggono il tuo orecchio. Il magnesio è alleato del sistema circolatorio creando una barriera per la crescita delle cellule dell’orecchio interno. Gli alimenti ricchi di zinco e magnesio sono: mandorle, arachidi, lenticchie, pollo, carciofi, broccoli e cioccolato fondente! 

Acido folico: ti aiuta a mantenere la funzione ottimale della circolazione sanguigna. Questo nutriente è fondamentale per contrastare l’acufene. Non è la soluzione definitiva, in quanto la causa dell’acufene è generalmente un problema circolatorio o di udito. Ma può supportare il nostro sistema uditivo per contrastare gli eventuali problemi. Lo puoi trovare nei seguenti alimenti: come spinaci, broccoli e asparagi. 

I benefici che puoi trarre da questi specifici nutrienti non vanno intesi in maniera singolare. Questo significa che non si risolverà il problema assumendo un solo nutriente fra questi. Ma integrando ogni singolo nutriente nella nostra dieta giornaliera. 

Dieta e sordità: gli effetti collaterali della malnutrizione sul nostro udito

Penso sia scontato e che te l’abbia ripetuto più e più volte anche il tuo medico di base: nutrirsi in modo ottimale è direttamente collegato con la salute. 

Perciò una dieta ricca di grassi saturi, zucchero e sodio non avrà di certo dei benefici né per la nostra salute né tanto meno per il nostro udito. Anzi, peggiora la nostra salute non solo a livello fisico ma anche a livello mentale. Infatti assumere troppi zuccheri ci fa si sentire più attivi, ma si sviluppa dipendenza e pressione alta. 

Non tutti lo sanno ma il nostro sistema cardiovascolare influenza direttamente anche il nostro sistema uditivo e quindi quello che sentiamo e come sentiamo. 

Inoltre i problemi cardiovascolari possono essere la causa di acufeni (che è sempre un sintomo di un problema). 

Ma non solo, altre malattie come il diabete, problemi alla tiroide e colesterolo alto possono causare un deficit di udito. 

Dieta e sordità sono quindi connesse

La nostra nutrizione giornaliera è fondamentale sia per aiutare a prevenire problemi di udito, ma anche per supportare il nostro sistema uditivo una volta che è già stato compromesso da altri fattori.

Non è quindi solo il passare degli anni o l’ambiente rumoroso in cui viviamo ad influenzare negativamente il nostro udito. Anche la nostra dieta ha un impatto sul nostro sistema uditivo. 

Come in tutti gli ambiti della nostra vita, non dobbiamo diventare degli automi che cercano di fare tutto in sequenza esatta, ma cercare di trovare il giusto equilibrio, che è soggettivo per ogni persona. 

Mantenere uno stile di vita sano (con qualche sgarro ma senza esagerare, nessuno è perfetto) è una variabile importante sia per prevenire la sordità ma anche per supportare la ripresa del nostro udito durante una riabilitazione acustica con gli apparecchi acustici.

A presto!

Dott. Francesco Pontoni

Responsabile R&S Clarivox – Il primo metodo in Italia che sintonizza il tuo udito con i giusti apparecchi acustici

P.S. Se non sai qual è il prezzo degli apparecchi acustici ti consiglio di scaricare la nostra GUIDA AL PREZZO

P.P.S. Iscriviti al nostro gruppo Facebook NON SEI SORDO! Gli apparecchi acustici non bastano – è qui che potrai pubblicare le tue domande ed esperienze a cui risponderò personalmente

Seguici su Facebook | YouTube |

Ascolta il Podcast

Leggi il  Blog

Leggi il libro NON SEI SORDO! 

Se hai bisogno di qualche informazione o devi prendere appuntamento chiama il ☎️ 848 – 390019

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.