Le 4 innovazioni del 2019 da tenere d’occhio

di | 15 Gennaio 2019

Quali saranno le innovazioni del 2019? “Gli apparecchi acustici faranno anche il caffè” come mi dicono spesso i miei pazienti per ridere? No, non faranno il caffè ma sarà un altro grande anno centrato su importanti innovazioni tecnologiche.

Le 4 innovazioni del 2019 da tenere d’occhio

Personalmente mi aspetto apparecchi acustici:

  • dotati sempre più dell’intelligenza artificiale
  • battery free (“senza” batteria)
  • impiantabili” per via ossea
  • dotati di “remote fitting

Parliamo prima di tutto dell’intelligenza artificiale

Il primo apparecchio acustico dotato di questa tecnologia è uscito a Giugno del 2018 ( Evoke) e personalmente sto avendo enormi soddisfazioni con i miei pazienti (soprattutto quelli più giovani che hanno un minimo di dimestichezza con lo smartphone).

Nelle innovazioni del 2019 mi aspetto un “boom” proprio relativo all’intelligenza artificiale. Probabilmente tutti i produttori (o almeno i più importanti) avranno entro l’anno questa tecnologia all’interno dei loro apparecchi.

Ma a cosa serve questa intelligenza artificiale? Serve a migliorare l’ascolto giorno dopo giorno in base alle proprie preferenze di ascolto.

Ti faccio un esempio: tra i miei pazienti seguo 2 persone che sono marito e moglie che hanno la stessa identica perdita di udito e hanno gli stessi identici apparecchi. Quello che è interessante è che non lavoro con lo stesso volume. Il marito infatti preferisce sentire “alto” mentre a sua moglie tengo il volume all’incirca un 20% più basso. Questo perché ognuno di noi preferisce ascoltare la voce con le sue preferenze personali.

E’ qui che interviene l’intelligenza artificiale! Se stai valutando un apparecchio e hai dimestichezza con il tuo smartphone (indispensabile per sfruttare al meglio questa tecnologia) allora devi considerarla.

Battery Free – il primo apparecchio senza batteria

Il 2017 ed il 2018 sono stati anni importanti per il mondo delle batterie (se vuoi qualche trucco per far durare di più le tue normali batterie guarda qui). Sono entrati nel mercato gli apparecchi acustici con batteria ricaricabili. I primi non erano estremamente affidabili, mentre gli ultimi nati (come i nuovi Resound Quattro) hanno fatto passi da gigante.

Nel 2019 verrà fatto un ulteriore passo avanti! La Widex infatti ha presentato il primo apparecchio acustico al mondo “battery-free”. Qual è la differenza? Gli apparecchi acustici ricaricabili hanno delle batterie al loro interno che nei mesi durano sempre qualcosina in meno, un po’ come il tuo cellulare. All’inizio durava tutto il giorno e adesso, a distanza di un anno, fa fatica arrivare fino a sera.

Widex ha risolto questo problema. Con una particolare tecnologia usata anche nel settore delle automobili di lusso questo apparecchio riesce a garantire una durata di 24h/giorno sempre! Sicuramente anche le altre aziende cercheranno di copiare questa novità nei prossimi mesi/anni.

Apparecchi impiantabili per via ossea

Non è una tecnologia adatta a tutte le sordità. Vanno bene per quelle persone che hanno dei problemi a livello dell’orecchio esterno e/o medio (timpano, catena ossiculare ..).

Da vari decenni queste persone riescono a risolvere il loro problema o tramite degli apparecchi acustici o tramite degli occhiali che trasmettono il suono “per via ossea”.

Forse non lo sapevi che noi sentiamo anche tramite “vibrazione” ed è grazie a questa caratteristica che da qualche anno sempre più persone in questa situazione vogliono adottare degli apparecchi impiantabili per via ossea (come quello in foto).

A differenza dell’occhiale viene fatta una vera e propria operazione chirurgica per metterti questo dispositivo che “by-passa”, grazie alle vibrazioni, il tuo orecchio esterno e medio.

Il suono arriva nitido direttamente al tuo orecchio interno! Come innovazioni del 2019 mi aspetto qualche miglioramento importante a livello tecnologico anche per questa piccola nicchia di persone.

Apparecchi acustici con remote fitting

L’ultima novità sarà in realtà un consolidamento di questa tecnologia che esiste già da qualche anno. Cos’è il remote fitting?

E’ la possibilità di fare le regolazioni a distanza! Forse non lo sai ma mettere un apparecchio acustico non è come prendere un paio di occhiali. Una volta presi devi iniziare un vero e proprio percorso di riabilitazione acustica con il tuo audioprotesista e per farlo dovrai recarti varie volte da lui durante l’anno.

Il remote fitting evita tutto questo! Tramite una app direttamente dal tuo smartphone potrai chiedere le modifiche che vorrai direttamente al tuo audioprotesista.

Nelle innovazioni del 2019 mi aspetto che tutte le principali aziende produttrici saranno dotate di queste tecnologie.

A presto,

dott. Francesco Pontoni

Autore del libro NON SEI SORDO!

Ps. Conosci i prezzi degli apparecchi acustici? Scarica subito la nostra GUIDA AL PREZZO.

6 pensieri su “Le 4 innovazioni del 2019 da tenere d’occhio

  1. Giorgio Tomaselli Marzano

    Grazie Francesco, Danke !! Thanks !! Ho finito da soli 5 minuti di leggere il vostro libro che ho “divorato” in 3 giorni. Adesso mi diletto sul vostro sito. Ancora Grazie per la chiarezza professionalità, pazienza e prresenza.
    Giorgio

    Rispondi
  2. Orno

    Molto interessante. Con il mio apparecchio Windex sento nitidamente i suoni ma non le parole.E’ un problema dell ‘apparecchio o dell’operaFord??

    Rispondi
    1. Francesco Pontoni Autore articolo

      Buongiorno sig. Orno,

      bella domanda! Nel senso che, così su 2 piedi, non posso saperlo. Bisognerebbe andare a fondo nella sua situazione per poterlo capire e per darle una risposta.

      Saluti, dott. Pontoni

      Rispondi
    1. Francesco Pontoni Autore articolo

      E’ un argomento molto vasto, cercherò di fare un articolo per darle tutte le risposte. Per ora quello che c’è da sapere è che è una tecnologia adatta a chi ha sordità di tipo trasmissivo.

      Poche persone hanno questo tipo di sordità, quindi la prima cosa che le posso consigliare è di vedere sui referti la tipologia dell’ipoacusia. Saluti, dott. Pontoni

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.