Una condanna alla salute firmata dal presidente americano Joe Biden

di | 15 Agosto 2021

Joe biden udito

Lo scorso luglio il presidente Americano Joe Biden ha firmato un esecutivo che all’apparenza può sembrare vantaggioso per le persone che soffrono di problemi di udito.

 

Dopo un’indagine da parte dell’antitrust americano è emerso che il 75% dei mercati americani è controllato da un certo numero di aziende che esercitano un monopolio. Tra questi settori c’è anche quello degli apparecchi acustici. Infatti l’84% del mercato degli apparecchi acustici in America è gestito da 4 aziende produttrici, che ne gestiscono i prezzi, a detta del governo, non competitivi e troppo elevati.

Non parlo di rivenditori di apparecchi ma delle aziende che li producono, nello specifico: Starkey, WS, Sonova e William Demant. Questa, secondo l’antitrust, è la causa per cui solo il 14% dei 48 milioni di americani con problemi di udito utilizzano gli apparecchi acustici. Ma da altri sondaggi invece emerge che il motivo principale non sarebbe il prezzo, ma piuttosto la vergogna di indossare apparecchi acustici. Infatti l’84% degli americani si ritiene soddisfatto della propria protesi acustica. 

 

Non è una novità che i prezzi degli apparecchi acustici siano esorbitanti, lo sappiamo bene e sarebbe fantastico se lo stato intervenisse con degli aiuti per agevolarne l’acquisto. Proprio come facciamo noi in Italia con il contributo per l’acquisto degli apparecchi acustici tramite il SSN. Non è accessibile a tutti i tipi di sordità, ma di certo è un grande aiuto per chi ha una perdita medio/grave e non ha la possibilità finanziaria di comprare gli apparecchi. 

 

In America non c’è questo supporto da parte dello stato, perché la sanità è privata.

Quindi se non ti puoi permettere l’assicurazione sanitaria, di sicuro non ti puoi permettere degli apparecchi. Ergo la salute in America è puro business e politica, dove il prezzo base di una coppia di apparecchi acustici ammonta circa a $5000. Qui in Italia i prezzi degli apparecchi partono da 400/750€ circa.

 

È giusto cercare di abbassare i prezzi degli apparecchi acustici ma non in questo modo. In quanto entra in gioco la salute delle persone, e come al solito l’America mette da parte la salute per un presunto “beneficio economico” (quando non è solo una strategia per avere più elettori). L’America sta così seguendo proprio le orme del modello Giapponese, come avevo scritto un paio di anni fa sul nostro blog www.apparecchiacusticipontoni.com/apparecchi-acustici-da-incubo/, cioè di liberalizzazione del mercato degli apparecchi acustici. Infatti secondo i dati dello studio di EuroTrack 2018 il Giappone ha il peggior tasso di soddisfazione da parte degli utenti, pari al 39%, contro l’81% dell’Italia.

 

L’America al momento ha un tasso di soddisfazione elevato, pari all’84% degli utilizzatori di apparecchi acustici. Infatti negli Stati Uniti gli apparecchi devono essere prescritti e applicati da uno specialista. 

 

Liberalizzando il mercato, come stabilito dal Presidente Joe Biden, gli apparecchi acustici potranno essere venduti da chiunque, agevolando l’abbattimento dei prezzi. E secondo alcuni esperti (di cui nessuno dell’antitrust fa il nome) non sarebbe necessaria la valutazione medica. Come se gli apparecchi iniziassero a funzionare perfettamente non appena li indossi. Peccato che non sia così. 

 

L’unico aspetto positivo di questo sistema di liberalizzazione è il prezzo più basso degli apparecchi. Punto. 

 

Con tanta scelta e senza una guida specializzata, l’americano medio non saprà cosa va bene o meno per la sua perdita uditiva. Inizierà comprandone uno qualsiasi, sicuramente quello che costa di meno. I prezzi bassi attirano. Indossandolo e non riuscendo a programmarlo (perché guarda caso è compito mio farlo) lo butterà nel cestino, rinunciando così a risolvere il problema di udito. Abbassando così la media nazionale degli utilizzatori e il tasso di soddisfazione.

 

Già Trump voleva liberalizzare il mercato degli apparecchi, e di sicuro non era a beneficio delle persone deboli di udito, come avevo scritto nell’articolo del 2019. La figura dell’audioprotesista è fondamentale per ottenere risultati concreti per il tuo udito dagli apparecchi acustici. E i numeri del Giappone lo confermano. Spero che noi italiani continueremo a salvaguardare il nostro standard di prevenzione e salute del quale dobbiamo andare fieri.

 

A presto!

Dott. Audioprotesista Francesco Pontoni

Responsabile R&S Clarivox – Il primo metodo in Italia che sintonizza il tuo udito con i giusti apparecchi acustici

P.S. Se non sai qual è il prezzo degli apparecchi acustici ti consiglio di scaricare la nostra GUIDA AL PREZZO

P.P.S. Iscriviti al nostro gruppo Facebook NON SEI SORDO! Gli apparecchi acustici non bastano – è qui che potrai pubblicare le tue domande ed esperienze a cui risponderò personalmente

Seguici su Facebook | YouTube | Instagram

Ascolta il Podcast

Scarica la nostra APP per iPhone | Android

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.