5 cose che ho imparato sui problemi di udito durante la pandemia Covid-19 

di | 21 Gennaio 2021

Pratico la professione di tecnico audioprotesista ormai da anni, e mi posso reputare esperto per quanto riguarda il tuo udito e le tue orecchie.

Tutti questi anni di professione mi hanno formato, diventando sempre più consapevole dell’importanza di aiutare le persone con problemi di udito e risolvere il problema con gli strumenti e la conoscenza che ho a disposizione.

Questo virus mi ha fatto aprire gli occhi su altri aspetti che prima davo un po’ per scontati. Ho riassunto in 5 punti quello che ho appreso sui problemi di udito durante la pandemia, nel bene e nel male: 

  1. Diamo il nostro udito per scontato

L’utilizzo giornaliero delle mascherine ha smascherato le nostre capacità uditive. Anche da normo-udente faccio difficoltà a capire a volte cosa mi dice il cameriere al bar o la cassiera al supermercato. Per una persona che indossa gli apparecchi è impegnativo; per chi ha un problema di udito e non li porta, decisamente un ostacolo alla vita quotidiana. La sordità non è invisibile! Non cadere nella trappola del “non mi serve aiuto”: alza pure la voce e chiedi gentilmente a chi ti sta di fronte di parlare a voce alta scandendo le parole. Aiutiamoci a vicenda, non dobbiamo sentirci soli. 

  1. Il labiale è un mezzo di comunicazione importantissimo 

Comunicare con le mascherine è un’impresa titanica per chi ha problemi di udito. Questo perché la mascherina impedisce di leggere il labiale e captare le espressioni facciali del nostro interlocutore. Ma non solo, crea anche una barriera sonora, impedendo alle frequenze di arrivare alle nostre orecchie. 

  1. Essere sordi è sfiancante 

Anche senza questa pandemia. Il timore di non riuscire a capire quello che le persone ti chiedono si aggiunge alla faticosa impresa di comunicare, che sia online, al telefono o di persona. Per non perdere fiducia nelle proprie capacità comunicative, ti consiglio di far notare il tuo problema e farti dare una mano. Si vede più la sordità che l’apparecchio acustico. 

  1. Prendersi cura di noi stessi è fondamentale 

Soprattutto in momenti di stress come questo periodo senza precedenti per le ultime generazioni. Per questo è importante prendersi del tempo per se stessi e prendersi cura di se stessi come mangiare sano, fare attività fisica (se non sei una persona sportiva, almeno una passeggiata all’aria aperta, lontano dal centro città), dormire e ritagliarsi del tempo per fare quello che ti rilassa. Più la nostra mente è forte, più siamo in grado di affrontare le sfide comunicative imposte dal virus. 

  1. Non nasconderti dietro la mascherina

Non aver timore di esporti. Ormai siamo nel 2021 e dobbiamo sfatare la vergogna di avere un problema. Le persone stanno diventando sempre più sensibili e vicine ai temi come la sordità, in quanto sempre più persone ne sono affette. Mi capita sempre più spesso di avere pazienti o sentire storie di persone con meno di 50 anni e indossare gli apparecchi per perdite di udito. Non aver quindi paura di chiedere aiuto. Non si dice mai di no ad una richiesta fatta con gentilezza e sorriso. Tutti quanti abbiamo i nostri problemi. La gentilezza non va data per scontata. 

Purtroppo dovremo convivere con le mascherine finché non sarà sicuro starne senza. Ma questo non ti deve scoraggiare! Se hai bisogno di supporto per migliorare le prestazioni dei tuoi apparecchi clicca qui e prenota una visita.  

A presto!

Dott. Francesco Pontoni

Responsabile R&S Clarivox – Il primo metodo in Italia che sintonizza il tuo udito con i giusti apparecchi acustici

P.S. Se non sai qual è il prezzo degli apparecchi acustici ti consiglio di scaricare la nostra GUIDA AL PREZZO

P.P.S. Iscriviti al nostro gruppo Facebook NON SEI SORDO! Gli apparecchi acustici non bastano – è qui che potrai pubblicare le tue domande ed esperienze a cui risponderò personalmente

Seguici su Facebook | YouTube |

Ascolta il Podcast

Leggi il  Blog

Leggi il libro NON SEI SORDO! 

Se hai bisogno di qualche informazione o devi prendere appuntamento chiama il ☎️ 848 – 390019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.