Problemi di udito: quando dovresti intervenire e come

di | 4 Dicembre 2015

I problemi di udito sono molto diffusi ma spesso non riesci a capire quando sia effettivamente il momento di agire e quando invece si tratta di eccessivo allarmismo.

I problemi di udito di certo non ti creano allarmismo.

La mia ragazza, Elisa, è una farmacista e vede ogni giorno un sacco di malattie nel suo lavoro tanto che a casa ogni piccola cosa rischia di diventare una nuova epidemia nazionale.

Qualche mese fa si è accorta di avere un piccolo arrossamento sulla pelle e subito ha pensato di avere una malattia che io neanche avevo mai sentito parlare prima, tant’è che a mezzanotte eravamo in ospedale con un codice bianco aspettando (per ore) il nostro turno.

Ovviamente non aveva niente..

Per i tuoi problemi di udito è diverso.

In quarta superiore iniziavo a far fatica nel seguire le lezioni in quanto le scritte sulla lavagna le vedevo sfuocate e la cosa proprio mi infastidiva. Non volevo rimaner lì a tirare gli occhi.

Nel giro di un mese avevo gli occhiali e seppur il problema è andato avanti poco, nel momento in cui ho messo gli occhiali per la prima volta mi sono sentito proprio rinato a rivedere da lontano tutto chiaramente e senza dover più tirare gli occhi.

La statistica in Italia dice che inizi a fare i primi accertamenti del tuo problema di udito dopo 7anni circa da quando hai riscontrato i primi sintomi.

Oggi non voglio farti terrorismo psicologico ma è ben importante che ti rendi conto di quanto è sottovalutato questo problema.

Prevenire è meglio che curare

Però come dico spesso, prima di intervenire hai bisogno di toccare il fondo dei tuoi problemi di udito in quanto fino ad allora non hai fatto altro che giustificarti:

  • C’era troppa confusione in quel ristorante, nessuno avrebbe potuto capire qualcosa..
  • Quel medico parla troppo piano e usa dei termini troppo difficili..
  • Io sento tutto ma spesso non capisco..
  • Parlo a voce alta perché mi sono abituato a urlare a lavoro..
  • Quella bambina non la capisco perché non sa parlare..
  • Ormai in TV prendono solo attori che parlano male, mica come una volta..

Ti è mai capitato di rispondere così a tua moglie dopo che per mezz’ora in automobile tornando dal ristorante ti dice “non capisci niente! Parlavi di minestre quando noi parlavamo di finestre..”??

Sono sicuro di si, ma esistono vari tipi di problemi di udito. Innanzitutto puoi avere un problema:

  • temporaneo
  • permanente

Se hai un problema temporaneo allora hai estrema urgenza di risolverlo prima che diventi un problema permanente.

Potresti avere un tappo di cerume e anche se è estremamente semplice da risolvere non ti consiglio di tenerlo per anni in quanto potresti avere grossi problemi di bilanciamento nonché di iperacusia.

Potresti avere un otite e non ti auguro di lasciarla lì nel tuo orecchio senza fare niente.

Oggi giorno tante persone che hanno problemi di udito permanenti ce li hanno a causa di otiti mal curate in quanto soprattutto una volta si utilizzavano i vari “metodi della nonna”.

Potresti avere dei problemi di udito dopo aver terminato il tuo turno di lavoro di 8ore in presenza di macchine estremamente rumorose o perché no, dopo una notte in discoteca.

In questo caso se non dai il giusto riposo al tuo orecchio e continui anche il giorno dopo come niente fosse rischi seriamente di creare un danno permanente. Non scherzo, vedo queste cose tutti i giorni.

Oppure potresti avere dei problemi di udito permanenti:

  • all’orecchio esterno
  • all’orecchio medio
  • all’orecchio interno

Anche se sono danni permanenti voglio tranquillizzarti nel dire che tutto ciò che riguarda il tuo orecchio esterno/medio può nella maggior parte dei casi essere risolto con dei farmaci o in via chirurgica tramite un otorino.

Sicuramente se aspetti, temporeggi e ti giustifichi queste possibilità non ce le avrai più in quanto i problemi di udito tendono ad avanzare sempre più finché giungono all’orecchio interno e in quel caso, se sei fortunato e la tua situazione te lo permette puoi risolvere il tutto con degli apparecchi acustici.

Oggi non voglio annoiarti con cose banali e superficiali sui sintomi:

  • non capisci bene la tv
  • fai fatica a seguire una conversazione quando sei con altre persone
  • fai fatica a capire cosa dice tuo nipote
  • ti capita di non sentire la suoneria del tuo cellulare
  • ecc ecc

Non voglio annoiarti in quanto mi affido al tuo buon senso e cercherò solamente di darti alcuni consigli:

  • se pensi realmente di non avere problemi di udito allora fai un controllo ogni 5 anni
  • se hai già effettuato il controllo del tuo udito e non è sorto un problema così invalidante da dover intervenire con l’apparecchio acustico allora fai un controllo ogni 2 anni (o meno)
  • se hai già effettuato il controllo del tuo udito ed è verificato che hai un problema invalidante da dover intervenire con l’apparecchio acustico allora dovresti farlo, non aspettare di toccare il fondo

Buon ascolto

Francesco Pontoni

P.S. Se non sai qual è il prezzo degli apparecchi acustici ti consiglio di scaricare la nostra GUIDA AL PREZZO

P.P.S. Iscriviti al nostro gruppo Facebook NON SEI SORDO! Gli apparecchi acustici non bastano – è qui che potrai pubblicare le tue domande ed esperienze a cui risponderò personalmente

Seguici su Facebook | YouTube | Instagram

Ascolta il Podcast

Scarica la nostra APP per iPhone | Android

Leggi il libro NON SEI SORDO!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.