Programmare gli apparecchi acustici per sentire un determinato suono è possibile?  

di | 22 Aprile 2021

Programmare gli apparecchi acustici per decifrare un suono in particolare, come il timer del forno, è una richiesta che sento sempre più spesso. 

“Non riesco a sentire il timer del forno, anche se porto gli apparecchi” 

Cosa intendeva dire un mio paziente con questa frase? Te lo spiego subito. Carlo è un signore sulla 50ina, è il proprietario e cuoco di un ristorante. Anche se porta degli ottimi apparecchi acustici adatti al suo stile di vita, nell’ambiente rumoroso come la cucina di un ristorante, fa sempre fatica a sentire il suono del timer del forno. 

Non si tratta di un guasto, infatti i suoi apparecchi funzionano alla perfezione, con la sintonizzazione necessaria per capire le risposte della sua squadra in cucina. Solamente  il suono del timer del forno sembra essere silenziato. 

Programmare gli apparecchi acustici

La cucina di un ristorante è senz’altro un luogo molto rumoroso. Padelle e pentole che vengono continuamente sbattute da un mestolo, camerieri e cuochi che urlano ordini, l’acqua che scorre nel lavello colmo di piatti. Essendo una cucina un ambiente chiuso e con superfici in acciaio, il suono rimbalza continuamente. 

Un ambiente non di certo facile da gestire, anche con gli apparecchi acustici. Questo pone una bella sfida a noi audioprotesisti per trovare delle soluzioni adatte all’ambiente e alla persona, e su come programmare gli apparecchi acustici.

Il suono del timer che Carlo vuole sentire è una specie di “drrrrin”; essendo un suono particolarmente acuto si perde tra il suono delle padelle e delle pentole. I suoi apparecchi mettono questi suoni acuti in secondo piano per fare in modo che riesca piuttosto a sentire e a capire quello che i suoi colleghi gli dicono o domandano. 

Come si fa allora a soddisfare la richiesta di Carlo?

Programmare gli apparecchi acustici perché senta solo quel particolare suono non è possibile, perché in ogni caso sentirebbe anche altri suoni acuti. 

Cosa fare quindi? Se solo ci fosse una funzione negli apparecchi acustici che permettesse di registrare il tipo di suono che si vuole sentire. Così quando Carlo è in cucina, il suo apparecchio acustico riconoscendo il suono del timer, glielo farebbe sentire. 

Gli apparecchi acustici sono progettati per elaborare tutti i suoni che ti circondano, per poi trasformarli in dati digitali così da permetterti di sentire e capire quello che principalmente tutte le persone con problemi di udito vogliono: aumentare il livello di comprensione del parlato. Ma se l’apparecchio mette in secondo piano determinati suoni, come per Carlo il timer del forno, cosa succede? 

Ecco come la casa produttrice degli smartphone più famosa al mondo si è rimboccata le maniche per venire incontro a queste problematiche. Sto parlando dell’iPhone che nell’ultima versione del software iOS 14 ha introdotto un’interessante funzione che riguarda proprio il riconoscimento di suoni specifici. 

Infatti questa funzione riconosce diversi suoni come: campanello di casa, bussare alla porta, sirene, abbaiare del cane, bambino che piange e molto altro ancora.

Ma come funziona in concreto?

Se possiedi un iPhone vai su impostazioni e seleziona accessibilità, dove troverai la voce “riconoscimento suoni” (come illustrato nell’immagine in basso a sinistra). All’interno potrai selezionare i suoni che più ti interessano tra quelli presenti. Una volta attivo, ti comparirà una notifica sullo schermo ogni qualvolta il tuo iPhone riconoscerà il suono da te selezionato. 

programmare gli apparecchi acustici

Ho fatto io stesso una prova per capire le potenzialità di questa funzione e devo dire che è molto utile anche per chi ci sente ancora benissimo. Infatti lavorando da casa e avendo cani, tendo a lavorare con le cuffie per non avere suoni che mi distraggano. Così ho attivato la funzione “Riconoscimento suoni: campanello” e una volta che è suonato mi è immediatamente arrivata una notifica sul cellulare per avvisarmi che il corriere era alla porta!

Grazie all’unione di più tecnologie, sono riuscito a trovare la soluzione per il problema di Carlo, che non avrà più problemi a sentire il timer del forno. Se porti gli apparecchi acustici e possiedi un iPhone ti consiglio di fare una prova, provare per credere.

A presto!

Dott. Audioprotesista Francesco Pontoni

Responsabile R&S Clarivox – Il primo metodo in Italia che sintonizza il tuo udito con i giusti apparecchi acustici

P.S. Se non sai qual è il prezzo degli apparecchi acustici ti consiglio di scaricare la nostra GUIDA AL PREZZO

P.P.S. Iscriviti al nostro gruppo Facebook NON SEI SORDO! Gli apparecchi acustici non bastano – è qui che potrai pubblicare le tue domande ed esperienze a cui risponderò personalmente

Seguici su Facebook | YouTube | Instagram

Ascolta il Podcast

Scarica la nostra APP per iPhone | Android

Leggi il libro NON SEI SORDO!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.