Tipi di apparecchi acustici: le tipologie più diffuse dagli anni ’70 ad oggi

di | 28 Novembre 2019

Acquistare un apparecchio acustico può essere un argomento spinoso, soprattutto se non hai abbastanza conoscenze riguardo i vari tipi di apparecchi acustici presenti sul mercato. 

Un apparecchio acustico si adatta alle tue esigenze uditive.

Per questo, arrivare informati alla visita o prima dell’acquisto, può risparmiarti i sudori freddi prima di mettere mano al portafoglio. 

Il mercato negli anni si è evoluto, specialmente tecnologicamente. Ma quando chiedo a una persona di immaginare un apparecchio acustico, l’idea che ha è sempre quella di un aggeggio grande, dal colore marrone, sicuramente posizionato dietro all’orecchio di un anziano.

tipi di apparecchi acustici

In realtà, quei tipi di apparecchi acustici, venivano usati attorno agli anni ‘70 e ‘80 da persone con cali d’udito molto gravi.

Attualmente li puoi trovare nelle farmacie, pubblicizzati come amplificatori acustici (sono entrambi analogici).

Le attuali tecnologie per l’udito sono molto più simili alle cuffiette con cui ascolti la musica del tuo iPhone. Inoltre, utilizzano l’intelligenza artificiale e sono realizzate in collaborazione con famosi designer.

L’obiettivo dell’apparecchio acustico è ovviamente quello di far sentir meglio le parole. 

Ma mentre gli apparecchi vecchi (quelli che assomigliano agli amplificatori) aumentano il volume di tutti i suoni indistintamente, i modelli prodotti al giorno d’oggi permettono di concentrarsi sempre di più sulle parole e non sul rumore.

Le componenti di un apparecchio acustico

I vari tipi di apparecchi acustici sono formati da diversi componenti hardware (componenti elettronici) e software (modalità di funzionamento), nello stesso modo in cui il tuo smartphone è caratterizzato dalla componente fisica da un lato e dal sistema operativo dall’altro.

La sezione hardware è composta da tre parti fondamentali:

  • i microfoni che raccolgono i suoni circostanti
  • il circuito che li elabora (che è la parte più importante)
  • il ricevitore che emette il suono nell’orecchio, proprio come una cassa dello stereo 

Il software è invece il cervello che permette il funzionamento di tutte le componenti.

Le grandi aziende produttrici si specializzano in maniera diversa, in modo da concentrarsi sull’affidabilità delle componenti, sui suoni o ancora sulle parole.

Quando parlo di apparecchiatura per l’udito mi riferisco sempre alle grandi marche europee, che presentano ognuna la sua filosofia di lavoro.

Non avrebbe senso considerare i marchi non europei, cioè quelle tecnologie “Made in China”, che tendono a copiare le innovazioni europee, senza però raggiungere i risultati sperati.

Un’altra componente fondamentale, che non rientra nella sfera software o hardware degli apparecchi acustici, è il “settaggio” dell’apparecchio acustico.

Dopo anni e anni di ricerche, noi abbiamo sviluppato il nostro metodo di sintonizzazione della voce Clarivox® è un percorso di diverse fasi, focalizzate ad impostare il tuo apparecchio acustico per migliorare sempre di più il tuo udito e sentire meglio. 

L’obiettivo alla fine, è sì sentire meglio, ma soprattutto riconquistare la serenità e il star bene assieme alle persone a te più care. 

I vari tipi di apparecchi acustici 

Le componenti e il software degli apparecchi acustici possono essere montati su diversi involucri:

  • che vanno posti dietro il padiglione auricolare o all’interno dell’orecchio
  • sugli occhiali 
  • su apparecchi a scatola 
  • su dispositivi impiantabili con operazioni chirurgiche
  1. Apparecchi acustici esterni ed interni 

Sul mercato sono presenti diversi tipi di apparecchi acustici, che possono essere esterni ed interni.

Quelli esterni rappresentano più del 70% delle scelte dei pazienti di tutta Italia.tipi di apparecchi acusticiAnche se vedrai che molte aziende pubblicizzano quelli interni usandoli come esca, approfittando della vergogna che provano molti pazienti nell’indossare apparecchi acustici esterni.

Se vuoi saperne di più riguardo i vari tipi di apparecchi acustici interni ed esterni, leggi questo articolo

  1. Apparecchi acustici ad occhiale 

Gli apparecchi acustici ad occhiale erano di moda anni fa, ma non vengono più utilizzati perché sono tecnologicamente superati.tipi di apparecchi acusticiErano la soluzione adatta a chi aveva problemi a livello del timpano o della catena ossiculare (otiti ricorrenti, otosclerosi ecc.) e non poteva portare le comuni protesi.

  1. Apparecchi a scatola 

Gli apparecchi a scatola rappresentano “l’archeologia” degli apparecchi acustici: basti pensare che nel film “Rocky”, uscito nel 1976, l’allenatore portava l’apparecchio a scatola nel taschino e una cuffietta nell’orecchio, te lo ricordi?

tipi di apparecchi acustici

  1. Apparecchi “cocleari”

Un discorso diverso è da fare per protesi impiantabili e semi-impiantabili, detti anche impianti “cocleari”. 

Questo tipo di soluzione richiede infatti un’operazione chirurgica ed è l’unica alternativa per chi non ha la possibilità di portare apparecchi acustici.

E’ la scelta di chi ha perdite davvero gravi o di bambini che sono sordi dalla nascita.

Le aziende di impianti “cocleari” si sono spesso fuse o hanno stretto collaborazioni con quelle produttrici di  apparecchi acustici perché le loro soluzioni erano scelte da un numero troppo ristretto di pazienti.

In conclusione 

Avrai capito che quando si parla dei vari tipi di apparecchi acustici, al giorno d’oggi si fa sempre riferimento agli apparecchi esterni.

Vengono scelti dalla maggior parte delle persone e sono attualmente il punto di riferimento tecnologico.

Inoltre, ogni visita ben fatta per capire le tue esigenze uditive, e tipi di apparecchi acustici adatti, può durare anche 2/3 ore. 

Perciò se ci chiami abbi un po’ di pazienza, perché nella maggior parte dei centri abbiamo una lista d’attesa importante. 

Il motivo è semplice: 

possiamo prenderci in carico al massimo 2 persone nuove per centro, perché per seguirti nel miglior modo possibile dobbiamo aver a disposizione molte ore da dedicarti.

A presto, 

dott. Francesco Pontoni

Autore del libro “Non sei sordo!”

P.S.: se vuoi sapere qual è la soddisfazione dei nostri pazienti che si è affidata a Clarivox® (e ovviamente alle ultime novità tecnologiche) ti invito a guardare la testimonianza del campione del mondo di vela ing. Alessandro Alberti 

P.S. Se non sai qual è il prezzo degli apparecchi acustici ti consiglio di scaricare la nostra GUIDA AL PREZZO

P.P.S. Iscriviti al nostro gruppo Facebook NON SEI SORDO! Gli apparecchi acustici non bastano – è qui che potrai pubblicare le tue domande ed esperienze a cui risponderò personalmente

Seguici su Facebook | YouTube | Instagram

Ascolta il Podcast

Scarica la nostra APP per iPhone | Android

Leggi il libro NON SEI SORDO!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.